La scelta della CREMAZIONE

Ultima modifica 20 settembre 2021
CREMAZIONI


Le persone che sono interessate ad essere cremate possono richiedere l'iscrizione ad associazioni riconosciute che abbiano fra i propri fini statutari quello della cremazione dei cadaveri dei propri associati o, in alternativa, manifestare la volontà di essere cremate in una disposizione testamentaria.
In mancanza della disposizione testamentaria, la volontà di procedere alla cremazione deve essere manifestata, all'ufficiale dello stato civile del Comune di decesso, con una dichiarazione resa dal coniuge e, in difetto, dal parente più prossimo individuato dagli artt. 74, 75, 76 e 77 del Codice Civile, e nel caso di concorrenza di più parenti nello stesso grado, occorre l'espressione congiunta da parte di questi ultimi.
A seguito dell'entrata in vigore della Legge n°26 del 28.2.2001 le cremazioni non costituiscono più servizi gratuiti ma a pagamento.
E' possibile la cremazione anche di resti mortali e la cremazione di salme non mineralizzate, a condizione che siano state inumate (sepolte in terra) da almeno 10 anni o tumulate (sepolte in loculi) da almeno 20 anni.



DISPERSIONE DELLE CENERI



La Legge Regionale 29.7.2004 n.19 e la relativa direttiva approvata dalla Giunta Regionale con delibera n.10/2005 consentono di ottenere l'autorizzazione alla dispersione delle ceneri di un proprio caro a condizione che il defunto abbia manifestato per iscritto o anche verbalmente la propria volontà in tal senso.

CONDIZIONI
• L'autorizzazione alla dispersione delle ceneri di un defunto può essere richiesta allo ufficiale dello stato civile di Castell'Arquato se il decesso è avvenuto a Castell'Arquato o se il deceduto, al momento del decesso, era residente a Castell'Arquato ed il decesso è avvenuto in un comune non appartenente alla Regione Emilia- Romagna.
• Il defunto deve aver manifestato per iscritto o anche verbalmente la propria volontà in tal senso.
• Nel caso si chieda la dispersione delle ceneri di una salma cremata in precedenza, si deve trattare di ceneri conservate in un cimitero del comune di Castell'Arquato

MODALITÀ
Chi richiede la dispersione deve presentare domanda in bollo utilizzando l'apposito modulo ritirabile presso l'ufficio di Stato Civile. La volontà del defunto dovrà essere documentata attraverso disposizione testamentaria del de cuius ( testamento olografo,iscrizione alla So.Crem.Mo etc. ) o attraverso una dichiarazione in bollo resa davanti ad un pubblico ufficiale dai congiunti di primo grado ( figli e/o genitori ) unitamente al coniuge, se presente.
La dispersione può avvenire esclusivamente in Emilia Romagna e non può avvenire nei centri abitati.



AFFIDAMENTO DELLE CENERI



La Legge Regionale 29.7.2004 n.19 e la relativa direttiva approvata dalla Giunta Regionale con delibera n.10/2005 consentono di ottenere l'autorizzazione allo affidamento delle ceneri di un proprio caro a condizione che il defunto abbia manifestato per iscritto o anche verbalmente la propria volontà in tal senso.

MODALITÀ
Chi richiede l'affidamento deve presentare domanda in bollo utilizzando l'apposito modulo ritirabile presso l'ufficio di Stato Civile. La volontà del defunto dovrà essere documentata attraverso disposizione testamentaria del de cuius ( testamento olografo,iscrizione alla So.Crem.Mo etc. ) o attraverso una dichiarazione in bollo resa avanti a un pubblico ufficiale dai congiunti di primo grado ( figli e/o genitori ) unitamente al coniuge, se presente.
L'urna dovrà essere esclusivamente di metallo con ingombro massimo di cm.25x24,5x50, debitamente sigillata e con i dati anagrafici del defunto;
L'urna dovrà essere custodita in un luogo esattamente individuato e comunque in un manufatto chiudibile e resistente alla profanazione da collocarsi in un ambiente asciutto atto a mantenere nel tempo assenza di contatto con liquidi e fonti di calore.
In qualsiasi momento il Comune potrà effettuare controlli sulla effettiva collocazione e stato di conservazione delle ceneri.

Documenti: